Studio Dentistico Marchesin | Dolore orofacciale
Il dolore orofacciale può essere causato da varie condizioni localizzate o distanti dal cavo orale e di origine muscolo scheletrica, neurologica e vascolare.
studio dentistico, studio dentistico marchesin, marchesin, dentista, denti, dolore, dolore orofacciale,
16729
page-template-default,page,page-id-16729,page-child,parent-pageid-16721,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Dolore orofacciale

Il dolore orofacciale oltre che dentale può essere causato da varie condizioni che possono riguardare strutture localizzate o distanti dal cavo orale e di origine muscolo scheletrica, neurologica e vascolare.
Secondo quanto riportato in un recente studio “la salute orale ha molta più importanza della salute dei denti, ma potrebbe essere alla base di situazioni croniche di dolore orofacciale”.

 

Il dolore nella regione orale e facciale ha un impatto molto significativo di tipo biopsico sociale con un’incidenza nella popolazione generale, secondo tutti gli studi recenti, intorno allo 17-26%; il 7-11% presenta una sintomatologia algica con andamento cronico. In merito all’eziologia, il dolore orofacciale può essere causato da varie condizioni che colpiscono numerose strutture limitrofe o distanti dalla cavità orale. Le zone interessate sono:

  • apparato muscolo ligamentoso/tessuti molli (dolore all’ATM, artromioalgia facciale, dolore mio fasciale, dolore facciale atipico/
  • dolore orofacciale idiopatico, patologie
  • apparato dento-alveolare
  • apparato neurologico/vascolare delle ghiandole salivari,
  • neurite del nervo ottico,
  • degenerazione interna dell’ATM,
  • bruciore della bocca,
  • candidosi,
  • tumori maligni,
  • patologie dei seni, del nasofaringe, del sistema nervoso centrale
  • patologie della dentina, del parodonto,
  • sinusite mascellare,
  • problemi di sensibilità termica,
  • odontalgia atipica)
  • neuralgia trigeminale,
  • neuralgia glossofaringea compressione del nervo,
  • cefalea ricorrente,
  • neuralgia post erpetica,
  • artrite craniale,
  • neuralgia pre-trigeminale,
  • cefalea neuralgiforme di breve durata,
  • sindrome di Ramsay Hunt,
  • Tolosa Hunt syndrome).

 

La diagnosi differenziale richiede conoscenza, esperienza e abilità ad ascoltare il paziente. Per la valutazione del dolore sono importanti la cronologia, l’intensità, la localizzazione, la durata, la qualità, la frequenza, i fattori precipitananti e quelli che creano sollievo, segni e sintomi associati. I fattori di rischio del dolore orofacciale cronico sono dolore diffuso, sesso femminile, età e fattori, psicologici.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi